Il Segreto di Vincenzo Nibali? Forse nella Pasta Mollica e Acciughe

14

A Messina la chiamano “pasta cu l’ancioi e ‘a muddicca atturrata”. E di sicuro ne avrà spazzolato pentole intere il trionfatore dell’ultimo giro d’Italia, Vincenzo Nibali. Del resto, lo “Squalo dello Stretto” ha sempre confessato una predilizione per la pasta e per le ricette di casa, in grado di fornirgli, al momento più opportuno, quel giusto apporto di carboidrati necessari a bruciare gli avversari nell’allungo decisivo.

Eppure in pochi, anche nella sua amata Sicilia, conoscono la ricetta originale di questo antico piatto peloritano che non richiede molto tempo per la preparazione. Scopritelo insieme a noi. E magari preparatelo da soli a casa.

AGGIUNGI I CAPPERI ALLA RICETTA TRADIZIONALE

Ingredienti per 4 persone :

  • 400 grammi di spaghetti;
  • 9/10 filetti di acciughe dissalate;
  • 6 spicchi di aglio;
  • 200 grammi di mollica di pane;
  • 2 cucchiaio di finocchietto fresco;
  • 1 vasetto di capperi;
  • 2/3 peperoncini piccanti freschi;
  • 200 ml di olio extravergine di oliva;
  • sale quanto basta

Preparazione :

Schiacciare 2 spicchi di aglio e metterli in una padella con metà olio extravergine di oliva, le acciughe sminuzzate, i capperi, il peperoncino tritato (o i fiocchi secchi) e far rosolare il tutto fin quando le acciughe non sono del tutto spappolate.

Sbriciolare la mollica e rosolarla a fuoco basso con poco olio e lo spicchio di aglio schiacciato. Una volta rosolata salare e aggiungere il finocchietto.

Cuocere la pasta al dente quindi condirla con il sughetto di alici e, una volta pronti, versarli nella padella con la mollica rosolata, mischiare e impiattare.

Tempo di preparazione : 20 minuti.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.